Riabilitazione neuromotoria: cos’è, quanto dura e come funziona

Fisiosanity Informa/Riabilitazione neuromotoria: cos’è, quanto dura e come funziona
esercizi riabilitazione neuromotoria

La riabilitazione neuromotoria è un approccio terapeutico focalizzato sul miglioramento della funzione motoria e delle capacità cognitive in individui con disabilità neurologiche. Pazienti affetti da patologie neurologiche possono sperimentare difficoltà di movimento a causa di danni al sistema nervoso centrale e periferico, compromettendo attività quotidiane come mangiare, vestirsi e camminare.

La riabilitazione neuromotoria si basa su una dettagliata valutazione delle funzioni neuromotorie, includendo analisi di forza muscolare, coordinazione, equilibrio e mobilità. L’approccio di Fisiosanity si concentra sulla progettazione di programmi di esercizio specifici, facilitando il recupero delle funzioni compromesse.

Durante il processo di riabilitazione, si utilizza una combinazione di tecniche terapeutiche, esercizi mirati e stimolazione sensoriale per favorire la neuroplasticità, migliorando le connessioni neurali e agevolando l’adattamento cerebrale.

Come funziona

La riabilitazione neuromotoria mira, dunque, a migliorare la funzione motoria tramite approcci specializzati come:

  • il metodo Bobath, incentrato sulla neuroplasticità e coordinazione;
  • il metodo Kabat utilizza la resistenza progressiva per potenziare la forza muscolare e la coordinazione attraverso movimenti multiarticolari;
  • il metodo Perfetti mira al recupero dei deficit sensori-motori e cognitivi attraverso modalità che impieghino corpo e mente in maniera unitaria e integrata.

Questi approcci avanzati guidano il percorso di riabilitazione, promuovendo il recupero ottimale in pazienti con disabilità neurologiche o lesioni.

Il Metodo Bobath, un approccio innovativo alla riabilitazione neuromotoria

Il metodo Bobath, sviluppato dai fisioterapisti Berta e Karel Bobath, è una metodologia avanzata per la riabilitazione neuromotoria.

Questo approccio si concentra sulla riorganizzazione delle funzioni motorie attraverso la stimolazione sensoriale e la promozione della neuroplasticità, ossia la capacità del sistema nervoso di adattare la propria struttura in risposta a fattori e stimoli interni o esterni.

La valutazione accurata delle abilità motorie del paziente è essenziale per personalizzare il trattamento.

Gli esercizi terapeutici sono progettati per migliorare la coordinazione muscolare, l’equilibrio e la mobilità, consentendo al paziente di recuperare gradualmente le funzioni compromesse.

Il Metodo Kabat per potenziare la funzione muscolare attraverso la resistenza progressiva

Il metodo Kabat, noto anche come Proprioceptive Neuromuscular Facilitation (PNF), è una modalità di riabilitazione neuromotoria che enfatizza la resistenza progressiva per potenziare la funzione muscolare.

Questo approccio si basa sulla stimolazione dei recettori propriocettivi, migliorando la consapevolezza corporea e la coordinazione motoria.

I pazienti sperimentano movimenti multiarticolari che coinvolgono la resistenza da parte del terapeuta. Questa resistenza progressiva mira a stimolare la forza muscolare e a migliorare la stabilità articolare, contribuendo così al processo di recupero.

Il Metodo Perfetti, che unisce corpo e mente in maniera integrata

Il metodo Perfetti rappresenta un approccio che mira al recupero delle capacità motorie attraverso:

  • la stimolazione dei processi cognitivi del paziente;
  • la percezione;
  • l’attenzione e la capacità di risolvere i problemi;

tutti elementi necessari per un recupero di qualità.

I pazienti vengono guidati all’apprendimento di nuove abilità motorie mediante una transizione da una prima fase che si svolge tramite controllo volontario (corticale) dell’esecuzione del compito motorio da apprendere, ad una seconda fase in cui il controllo dell’attività da svolgere avviene in modo “automatizzato” (sottocorticale).

La ripetizione di esercizi o di schemi di movimento, che a volte sembrano uguali, serve proprio per automatizzare i movimenti e a consentire al paziente di compierli nel modo corretto, pur senza prestarci attenzione.

Le patologie

La riabilitazione neuromotoria è fondamentale per patologie neurologiche, perché si tratta di un trattamento che coinvolge il recupero delle funzioni motorie compromesse.

Pazienti affetti da disturbi come l’ictus, il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla, o danni al midollo spinale, spesso sperimentano gravi difficoltà di movimento e perdita di funzione motoria. La riabilitazione neuromotoria si rivela cruciale in queste condizioni, aiutando a mitigare gli effetti debilitanti delle patologie neurologiche.

Attraverso un approccio personalizzato, la riabilitazione si concentra sulla valutazione dettagliata delle funzioni neuromotorie, includendo analisi specifiche di forza muscolare, coordinazione, equilibrio e mobilità.

I programmi di esercizio sono progettati per favorire la neuroplasticità, consentendo al paziente di recuperare gradualmente l’indipendenza e migliorare la qualità della vita.

La riabilitazione neuromotoria si presenta come un elemento chiave nel percorso di recupero di coloro che affrontano sfide legate alle patologie neurologiche.

Quanto dura la riabilitazione

Noi di Fisiosanity, comprendiamo che la durata del trattamento date le diverse condizioni neuromotorie non può essere predeterminata, poiché varia in base a differenti fattori:

  • la gravità della patologia;
  • i risultati positivi ottenuti durante il trattamento;
  • gli obiettivi da raggiungere;

influenzano direttamente la pianificazione terapeutica.

Le sedute di riabilitazione neuromotoria sono programmate 2 o 3 volte alla settimana, garantendo un impegno regolare per ottimizzare i risultati.

Durante ogni seduta, effettuiamo un monitoraggio continuo dei progressi del paziente, adattando il programma di trattamento in base alle risposte individuali. Questo approccio dinamico assicura un trattamento altamente personalizzato, fondamentale per massimizzare i benefici.

Inoltre, eseguiamo rivalutazioni cadenzate ogni 10-15 sedute, consentendo una valutazione approfondita dell’efficacia del trattamento nel tempo. Questo processo di revisione periodica ci consente di apportare modifiche mirate al piano di riabilitazione, garantendo che il percorso terapeutico sia sempre allineato agli obiettivi del paziente e alla sua evoluzione clinica.

La nostra filosofia di cura si basa sull’adattabilità e sull’attenzione personalizzata per garantire un percorso di riabilitazione neuromotoria efficace e su misura per ogni individuo.

Conosci questi sintomi e vuoi saperne di più?

 FT Dr. Enrico Gumirato