L’artrosi alle mani,
cause e trattamento

Fisiosanity Informa / L’artrosi alle mani, cause e trattamento
artrosi

L’artrosi alle mani è una patologia cronica che provoca dolore, rigidità e gonfiore alle mani, limitandone la funzione articolare.

Quali sono le zone delle mani più interessate alla deformazione?

Questa malattia infiammatoria colpisce la cartilagine delle articolazioni della mano che, consumandosi, si assottiglia e crea attrito tra le ossa. In particolare, ne soffrono maggiormente le nocche, la base del pollice e, in casi eccezionali, anche il polso. Le più predisposte sono le falangi delle punte delle dita, chiamate interfalangee distali. Si tratta, infatti, di articolazioni molto piccole ma sempre in movimento e, per questo motivo, hanno uno strato di cartilagine molto sottile.

La rizoartrosi o artrosi del pollice

L’artrosi che interessa esclusivamente l’articolazione  del pollice prende il nome di rizoartrosi.  Questa colpisce l’articolazione trapezio-metacarpale, che si trova alla base del pollice ed è quella che permette di opporre il dito. È un’articolazione che ha grande libertà di movimento ed è leggermente instabile perché lavora su un piano inclinato, un po’ fuori asse. Per tutti questi motivi, si consuma più facilmente delle altre. 

Questa tipologia di artrosi è tra le più frequenti e interessa anche giovani, dai 40 anni di età.

Cosa causa l’artrosi?

È la più frequente tra le malattie delle articolazioni e colpisce maggiormente le donne.  L’incidenza di artrosi alle mani aumenta con l’età: oltre l’80% della popolazione di età superiore ai 65 anni riscontra segni di artrosi.

L’artrosi è principalmente legata all’usura e all’invecchiamento delle articolazioni, ma anche alla combinazione di una serie di fattori di rischio:

  • predisposizione genetica;
  • età avanzata;
  • sesso femminile;
  • obesità;
  • attività lavorative manuali o caratterizzate da gesti ripetuti;
  • traumi o microtraumi ripetuti alle mani;
  • pregresse infezioni articolari;
  • malattie reumatiche.

Diagnosi e rimedi per l’artrosi alle mani

Per una corretta diagnosi dell’artrosi della mano, è necessario eseguire un esame clinico ortopedico o, se in stadio avanzato, un esame radiografico per evidenziare le alterazioni ossee.

Il trattamento sarà necessario per ridurre il dolore e migliorare le funzioni della mano. Nella maggior parte dei casi, si applicano trattamenti di tipo conservativo, quali:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) oppure infiltrazioni di cortisone effettuate dal medico, in particolare per la rizoartrosi.
  • Tutori, utili per mettere a riposo le articolazioni. 
  • Trattamenti fisioterapici eseguiti dal fisioterapista che si può servire di terapie fisiche in associazione alla mobilizzazione articolare e all’esercizio terapeutico.
 

Le terapie fisiche, come idrogalvanoterapiaultrasuoni ad immersione, sono trattamenti dotati di buona efficacia sul dolore e sull’infiammazione e sono consigliati almeno una volta all’anno, preferibilmente prima della stagione invernale.

In caso di artrosi conclamata possono essere utili anche sedute di laserterapia.

Conosci questi sintomi e vuoi saperne di più?

 FT Dr. Enrico Gumirato